Stuck in the (not) mom(ent)

Welcome to the land where unicorns don't fly

Chi sono

“Per ora sono una mamma-wannabe, nel senso che ho pianificato una gravidanza e fatto tutti gli esami preconcezionali. Spero, nei prossimi giorni, settimane, mesi, di poter essere una vera mamma!

Voglio scrivere un blog per potermi sfogare (sono pessimista e sicuramente sarò ansiosa), per poter publicare le informazioni che leggo e leggerò, per potermi confrontare con altre mamme informate.

I colori lilla, verde e azzurro sono i miei colori preferiti. Li associo all’estate, alle belle giornate, ai fiori, alla natura e all’allegria. Colori perfetti per mio(a) figlio(a).

Ciao a tutti!”

Be’, questo era il messaggio iniziale in questa pagina, nata nel 2009. Un messaggio pieno di allegria, ottimismo e speranza. Adesso cosa dovrei fare? Lasciarlo? Toglierlo?

Chi sono adesso? Sono una che è invecchiata, che ha subito quattro aborti in tre anni, che non ha trovato la causa di questi aborti nonostante i mille esami e le letture tecniche quasi da laurea in ginecologia. Sono una che vorrebbe diventare mamma ma sente che non ce la farà. Sono una di più di 40 anni che si sente perseguitata dalla sfortuna, sempre che esista, sempre che ci crediate. Sono una che ha perso le speranze ma non si vuole arrendere e non sa spiegare perché. Sono una che non può sfogarsi con nessuno tranne suo marito e allora si sfoga qui.

Qui non ci sono messaggi di speranza. Qui non ci sono cure miracolose. Qui non ci sono tipe che “combattono per il loro sogno”. Qui c’è solo tanta razionalità e la consapevolezza che andrà come deve andare. Qui c’è una che, anche se vuole un figlio, non è disposta ad andare oltre. E non si fa illusioni, non si fa condizionare tutta la vita da quello, anche se ha i suoi momenti di tristezza e depressione. Qui c’è una che, anche se vuole un figlio, non va in un brodo di giuggiole alla vista di qualsiasi bambino e non condivide la maggior parte dei comportamenti dei genitori, e soprattutto delle mamme. Perciò sicuramente troverete post che, a chi non sa andare oltre, parranno da child-hater.

Welcome to the land where unicorns don’t fly!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...