Stuck in the (not) mom(ent)

Welcome to the land where unicorns don't fly


Lascia un commento

What to expect when you’re expecting, the movie

In questo film si parla di diverse coppie che stanno per avere un figlio, di gravidanza, aborto e infertilità. Il film è carino e ha il pregio di presentare diversi punti di vista riguardo alla gravidanza o alla ricerca di un figlio, ma non ha approfondito adeguatamente gli stati d’animo dei protagonisti, forse semplicemente per il fatto che è una commedia leggera e con il lieto fine.

Spoiler alert!

Note positive:

  • Mi è piaciuto il fatto che abbiano parlato di infertilità: una delle coppie non riesce ad avere figli e sceglie l’adozione dopo aver speso moltissimi soldi in FIV, un’altra coppia sta cercando la gravidanza da due anni.
  • Hanno presentato diversi tipi di gravidanza: quella senza problemi e quella con problemi, e lo stesso vale per il parto.
  • Hanno parlato di adozione e di FIV, seppure molto superficialmente.
  • Particolarmente interessante, per me, il fatto che abbiano parlato di aborto spontaneo: una delle protagoniste perde il bambino all’inizio della gravidanza.

Note negative:

  • Si sono evidenziati i lati comici e positivi dei personaggi e delle loro situazioni, senza approfondire le loro storie. Non ci sono riflessioni sull’infertilità, o sull’adozione, o sugli stati d’animo delle coppie che cercano un figlio da tanto tempo. Tutto è abbastanza leggero, da commedia, per far ridere.
  • L’aborto è affrontato solo marginalmente. Una sera la ragazza, incinta per sbaglio dopo un solo rapporto occasionale, perde sangue e all’ospedale le dicono che ha abortito. La sua reazione è di allontanare da sè il padre del bambino, con cui la storia era appena cominciata. I suoi sentimenti non vengono però mostrati allo spettatore, la sua storia rimane ai margini. Alla fine si riconcilia col padre del bambino e dice che arriverà il momento giusto per avere un figlio. L’aborto è superato molto velocemente, e io non sono sicura che sia proprio così.

Alla fine è un film piacevole nel quale, una volta tanto, vengono raccontate storie differenti e non c’è la solita rappresentazione della gravidanza come un avvenimento che fila via liscio e tranquillo, o che arriva come una bella sorpresa o un miracolo.

_________________________________________________________________________________________________________________________________________

This movie revolves around several couples who are about to have a baby, pregnancy, miscarriages and infertility. It is a cute movie which has the merit of presenting different points of view about pregnancy or the TTC process, but it did not elaborate adequately on the characters feelings, perhaps simply because it is a light comedy with a happy ending.

Spoiler alert!

Positive notes:

  • I liked the fact that the movie dealt with infertility: one of the couples cannot have children and chooses to adopt after spending a lot of money in IVF.  Another couple is trying for two years.
  • It depicted different kinds of pregnancy: with or without issues, and it did the same for delivery.
  • It talked about adoption and IVF, albeit very superficially .
  • Particularly interesting, to me, the fact that the movie dealt with a miscarriage: a girl loses the baby during early pregnancy.

Negative notes:

  • The movie highlights the positive and comic sides of the characters and their situations, without analyzing their stories. It lacks some thoughts on infertility, adoption, or on the feelings of the couples who are trying for so long. Everything is  light, typical of a comedy, in order to make people laugh.
  • Miscarriage is addressed only marginally. One evening the girl, pregnant by mistake after just one casual intercourse, wakes up bleeding and at the hospital the doctor tell her that she have just miscarried. Her reaction is to move away from the father of the baby, with whom the relationship had just begun. Her feelings are not, however, shown to the viewer. Her story remains on the sidelines. At the end she reconciles with the father of the baby and says that the right time will come to have a baby. She gets over her miscarriage very quickly, and I’m not sure that’s accurate.

At the end of the day it is a nice movie, one that tells different stories, without the usual representation of pregnancy as a magical event that always goes smoothly, or that comes as a surprise or a miracle.

Annunci